CASA NO GAS A ROVIGO: CON DAIKIN HUAWEI TESLA E HYUNDAI

Oggi chiacchiero con Angelo Zorzino di Rovigo.

Angelo mi ha chiesto consulenza dopo aver visto il lavoro realizzato da Francesco ed Antonella.

La titubanza iniziale per un lavoro importante da realizzare presso la sua abitazione è stata superata velocemente, dati alla mano dopo la consulenza energetica.

Quindi, dopo qualche mese di attesa abbiamo proceduto a realizzare sia la parte documentale e burocratica sia l’intervento vero e proprio. Ed i risultati sono quelli che vedete nel video.

Lascio ad Angelo il compito di raccontarci come è andata.

Nello specifico abbiamo installato un impianto da 9,020 kWp, (ottimizzato in parte), composto da 22 pannelli Hyundai 410, inverter Huawei, doppio accumulo Huawei da 30 kWh di capacità totale ed una wall box Tesla per la ricarica di auto elettriche. Il trainante dell’iniziativa è stato la pompa di calore “pura”. Una daikin Alterna Integrate R410 da 11 Kw. Grazie

Angelo per la tua testimonianza “solare”!

IL SUPERBONUS 110 E’ TUTTO UNA TRUFFA?

Oggi ascoltiamo Paola e Roberto Valente di Grantorto (PD).

Roberto e Paola sono arrivati a me grazie al passaparola. Avevo infatti realizzato una consulenza al cognato di Roberto.

Utilizzando la norma del Superbonus 110 abbiamo progettato e realizzato l’intervento che ha previsto la realizzazione di un “sistema per il risparmio energetico” completo, composto da un impianto da 9 kWp, con ottimizzatori ed inverter Solaredge (2 da 3 kWp) ed un doppio sistema d’accumulo LG Chem Resu Prime da 16 kWh (tot 32 kWh di capacità), una wall box Tesla monofase ed un sistema ibrido daikin con caldaia a doppia condensazione e pompa di calore da 8 kW.

Lasciamo a Paola e Roberto descrivere l’intervento che abbiamo realizzato con successo presso la loro abitazione!

UN IMPIANTO CHE SUSCITA INVIDIA: I RISULTATI AD UN ANNO DALL’INSTALLAZIONE!

Ho conosciuto Gionni e Virginia nell’autunno del 2020. Il superbonus 110 era appena “partito” ed ancora tanti i dubbi e le perplessità dei potenziali clienti. Gionni ha avuto fiducia e si è affidato alla nostra consulenza.

Avrà fatto bene? Sarà contento dell’intervento realizzato? E le bollette si saranno ridotte? E se sì, di quanto? Avremo mantenuto le promesse fatte in fase di consulenza?

Ripercorriamo con Virginia e Gionni il percorso intrapreso assieme e andiamo a leggere anche le loro bollette (ante e post intervento).

Da Gionni e Virginia abbiamo installato un impianto fotovoltaico da 8,0 kWp, composto da 20 pannelli Hyundai 400, (su doppia falda), con 20 ottimizzatori di potenza Huawei, 1 inverter Huawei da 6 kW (massima potenza installabile in monofase), un doppio sistema d’accumulo Huawei Luna2000 (per una capacità totale di 30 kWh), ed un sistema ibrido immergas magis combo da 9 kW.

Grazie a Virginia ed a Gionni per la loro testimonianza e per la loro simpatia!

“UNA CONSULENZA ED UN INTERVENTO TOP TOP TOP”

Oggi abbiamo intervistato Monica ed Angelo Gastaldello, titolari della fioreria Zara di Padova.

Mi hanno chiesto una consulenza ed hanno approfondito il tema del superbonus 110. Quindi ne hanno approfittato per la loro casa di Padova.

Da loro abbiamo installato un impianto fotovoltaico da 12 kWp in monofase, sfruttando la potenza di 30 pannelli Hyundai 400, 30 ottimizzatori di potenza Solaredge ed il nuovo inverter Solaredge Hdwave SE6000H sovradimensionabile fino al 200% (l’inverter è da 6 kWp che è la massima potenza di inverter instancabile su un impianto elettrico monofase ma il sovra dimensionamento dei pannelli permette di ampliare al massimo la curva di produzione portando l’impianto a produrre il più possibile con ogni situazione meteo per raggiungere nel minor tempo possibile e più giorni all’anno la potenza trasformabile di 6 kW). Abbiamo poi installato un doppio sistema d’accumulo Tesla Powerwall2 con sistema antiblackout (per una capacità totale di 27 kWh), una wall box tesla monofase per la ricarica di veicoli elettrici. Il trainante dell’iniziativa è il sistema ibrido daikin da 8 kW.

Grazie per la testimonianza! (E buon lavoro!!!)

SUPERBONUS 110: IL 90% DELLE AZIENDE HA PROBLEMI CON LA CESSIONE DEI CREDITI

Il processo del superbonus 110 sta seguendo un andamento davvero schizofrenico. Da un lato la valanga di richieste che quotidianamente registriamo, dall’altra l’aumento dei costi delle materie prime, dei materiali, dei trasporti e contemporaneamente la stretta degli istituti di credito sull’acquisizione dei crediti maturati dagli interventi. Siamo ormai alla fase conclusiva della prima parte del superbonus 110, quella che riguardava le case singole (salvo le imminenti elezioni non portino novità in merito a possibili rinnovi). E possiamo dire che nonostante le diverse problematiche incontrate in questi due anni di percorso, siamo molto soddisfatti di quanto siamo riusciti a realizzare. E vi spieghiamo anche il perché!

1)Perché assieme a Bioenergia abbiamo intrapreso due anni fa una scelta vincente, focalizzandoci su un pacchetto gestibile totalmente da un unico Player

2)Perché abbiamo deciso fin da subito di adoperare materiali top di gamma affinché i nostri clienti avessero prodotti efficienti e duraturi nel tempo.

3)Perché tutta la pratica dalla A alla Z è gestita da Partner solidi e pertanto il cliente non deve affrontare le difficoltà burocratiche della norma.

4)Perché abbiamo offerto un pacchetto che permettesse al cliente di non avere il rischio del credito e/o un’esposizione finanziaria importante, portando l’intervento in sconto fattura nella sua totalità.

5)Perché nonostante qualche ritardo sulle merci o qualche stop per adattare il processo alle molteplici variazioni normative abbiamo installato costantemente oltre 50 impianti al mese.

6)Perché in un momento di incertezza il nostro Partner Bioenergia ha avuto il coraggio di utilizzare le risorse finanziarie dell’azienda per proseguire su tutti i nostri cantieri.

7)Perché siamo riusciti a trovare i Partner finanziari giusti anche in un momento dove il 99% delle banche non acquistano più i crediti. Partner che hanno continuato anche se con dei rallentamenti a gestire le pratiche di cessione del credito.

Quindi, affrontando i problemi installativi, burocratici e finanziari tutti i giorni sappiamo quanto sia difficile “costruire, realizzare e portare a termine” interventi come questi. E proprio perché non è semplice, siamo fieri del nostro lavoro e siamo entusiasti dei risultati ottenuti per i nostri clienti (che ringraziamo per averci scelti e per le numerose testimonianze di stima e di affetto).

SUPERBONUS 110 PERFETTO: GRAZIE LORENZO

Come avrete notato è un po’ che non aggiorno il blog. Ringrazio i followers che mi hanno scritto per sapere se era tutto ok (vista pandemia ed altre vicissitudini varie) e che mi hanno chiesto di tenerli ancora informati ed aggiornati con il blog.

Confermo, tutto bene. Il Team di Risparmiobollette ha avuto due anni ancor più intensi per via del Superbonus. Approfitto del week end e dell’agosto alle porte per elaborare un po’ di materiali e di esperienze recuperate in questi mesi di assenza dal blog.

Partiamo da un’intervista che ho realizzato a marzo 2022.

Oggi ascoltiamo l’esperienza di Luciano Salvato di Padova. Lui è un amico e quindi vista la conoscenza appena ha saputo di questa opportunità mi ha chiesto di seguirlo nell’avventura del Superbonus 110. Da lui abbiamo installato (lavori finiti a marzo 2022), un sistema per il risparmio energetico completo. Il classico, noto e super richiesto intervento che Risparmiobollette in collaborazione con Bioenergia sta realizzando da due anni grazie al Superbonus 110.

Ripercorriamo con lui il percorso che lo ha portato dalla consulenza iniziale alla firma, all’attesa ed alla realizzazione finale. Sì perché pur con qualche ritardo dovuto al periodo storico, stiamo continuando ad installare a testa bassa ogni settimana decine di impianti!

L’intervento realizzato presso le “famose casette” di via Filiasi consiste nell’installazione di un impianto fotovoltaico da 8,0 kWp, composto da 20 pannelli Hyundai 400, ( su doppia falda, 16 ad ovest e 4 ad est), con 20 ottimizzatori di potenza Huawei, 1 inverter Huawei da 6 kW (massima potenza installabile in monofase), un doppio sistema d’accumulo Huawei Luna2000 (per una capacità totale di 30 kWh), ed un sistema ibrido immergas magis combo da 9 kW.

QUESTA E’ DAVVERO UNA STANGATA!

Il costo al kWh è più che raddoppiato in bolletta. Anche con il “servizio elettrico nazionale” ed anche per le famiglie con consumi ridotti

Ieri mi è arrivata la bolletta del servizio elettrico nazionale e ho potuto verificare con mano quanto da giorni veniva annunciato dai telegiornali.

Bolletta più che raddoppiata rispetto all’ultima del 2021. Togliendo il canone Rai, il costo al kWh all’utente finale risulta essere di 0,38 Euro al kWh. Una bella mazzata.

Quindi, per queste bollette ormai è andata così. Ma per le prossime? Hai pensato come fare? Con la benzina che schizza alle stelle ti rendi conto che sei e sarai schiavo dell’energia? Sono anni che lo dico ai miei clienti. “Cercate di rendervi il più possibile autosufficienti. Investite le vostre risorse in un impianto che vi permetta di ridurre i costi energetici mensili. Con i soldi delle bollette vi ripagate l’impianto”. E ricordate che ci sono ancora gli incentivi fiscali del 50% che permettono di detrarsi l’impianto dalle tasse e quindi sostanzialmente di pagarlo la metà (in 10 anni).

Oggi con il fotovoltaico e con l’accumulo si riesce a raggiungere livelli d’indipendenza energetica inimmaginabili fino a qualche anno fa.

DOPO 4 ANNI DI UTILIZZO, I RISULTATI DI FOTOVOLTAICO CON ACCUMULO E SISTEMA IBRIDO DAIKIN

Io e Luciano ci conosciamo da quasi 5 anni. Mi ricordo ancora il primo nostro incontro. Aveva già deciso tutta la componentistica per il suo impianto. Piano piano sì è convinto a lasciarsi “portare” ed “accompagnare” in questo percorso che (oggi possiamo dirlo), gli ha permesso di ottenere dei risultati sicuramente eccezionali.

Il mio amico Luciano è sempre stato restio a testimoniare in video la sua esperienza. E, come vedrai nel video, non per i risultati ottenuti ma fondamentalmente per la sua timidezza. Quindi, lo ringrazio, per aver superato questa reticenza e per aver testimoniato col sorriso il percorso che abbiamo fatto assieme, in modo che anche la sua testimonianza sia utile ad altre persone.

La videointervista di oggi non è altro che la ripresa di una chiacchierata tipo, che praticamente ogni anno ci siamo trovati a fare a casa sua, davanti ad un caffè. In queste chiacchierate si ragiona assieme sui risultati, sulle possibili modifiche e migliorie all’impianto.

Luciano è una persona molto precisa, che approfondisce, ragiona, pensa e valuta ed è davvero piacevole vedere come scopre e testa l’impianto “lato utente”. E’ grazie a clienti così che i consulenti possono approfondire la loro esperienza e possono raccogliere dati utili per riportare sia all’azienda che ai produttori eventuali migliorie e/o accorgimenti tecnici e di utilizzo.

Da Luciano abbiamo installato un impianto fotovoltaico composto da 12 pannelli Sunpower E27-327 da 327W con ottimizzatori di potenza Solaredge ed inverter Hd Wave SE4000H, abbiamo poi aggiunto altri 3 pannelli E20-327 ottimizzati mantenendo lo stesso inverter (che è sovradimensionabile fino al 155%). In seguito abbiamo aggiunto una batteria Tesla Powerwall2 da 13,5 kWh, un sistema ibrido daikin da 5 kw, un bollitore elettrico da 100 litri con centralina intelligente Solaredge (Smart Energy) per produrre acqua calda sanitaria utilizzando solo l’energia solare in eccesso prodotta dall’impianto dopo aver “sfamato energeticamente” l’abitazione e riempito la batteria d’accumulo.

Per questo intervento Luciano ha usufruito della detrazione fiscale del 50% e del 65%. Grazie a Luciano per la testimonianza!

Buona visione

L’articolo citato nel video

RITIRO DEDICATO: IL GSE CONFERMA CHE IL REDDITO GENERATO VA MESSO IN DICHIARAZIONE DEI REDDITI

Il GSE lo conferma rispondendo ad una specifica domanda inviata dai nostri uffici per chiarire questa posizione.Gli importi liquidati grazie al ritiro dedicato (incentivo che viene erogato per l’energia immessa in rete dagli impianti che hanno usufruito del Superbonus 110) va indicato nella dichiarazione dei redditi. Questo perché in ritiro dedicato la gestione dell’impianto fotovoltaico comporta attività di tipo commerciale. L’energia immessa in rete è venduta al Gse e gli introiti percepiti producono tassazione.
Se l’energia in eccesso dall’impianto fotovoltaico viene venduta si ha attività commerciale e quindi i proventi  sono componenti di reddito di impresa.Per gli utenti privati con impianti di potenza inferiore a 20 kw gli introiti vanno in dichiarazione dei redditi come “Altri redditi” aggiungedosi al reddito del proprio lavoro per quantificare le imposte dirette quali irpef.Per gli utenti con p.iva e sopra i 20 kw si deve emettere fattura e vanno pagate iva e imposte dirette quali Irpef al pari di altra attività commerciale.

IL 2021: UN ANNO DI INTERVENTI IN SUPERBONUS 110

Prima di accingermi a scrivere questo messaggio di “fine anno”, sono andato a leggermi quello del 2020.

Per due motivi fondamentalmente,

1)non mi piace ripetermi

2)volevo re immergermi nelle emozioni di un anno fa, un anno sicuramente fuori dalla norma per tutto quello che è stato il covid nel 2020. Un anno che sembra così lontano ma che in realtà è così vicino.

L’anno scorso avevo definito il 2020 come un “giro sull’ottovolante…”

Bene, nonostante il covid -19 non sia solo un ricordo, anzi, visto l’aumento dei casi registrati in questi ultimi mesi di 2021, quest’anno siamo davvero riusciti a realizzare dei numeri eccezionali.

Grazie alla pluriennale collaborazione con Bioenergia e grazie alla scelta iniziale coraggiosa di dedicarci solo ed esclusivamente ad una parte dei lavori previsti dal superbonus, (cioè quella in cui siamo specializzati), rinunciando da subito alle sirene tentatrici del “facciamo tutto per tutti”(con cappotti, infissi, schermature solari etc…), siamo riusciti a programmare, studiare, progettare, installare e rendicontare veramente un notevole numero di impianti.

E’ davvero difficile trasmettervi la mole di lavoro che tutto il nostro Staff ha “macinato” nel 2021. Ci provo.

  • 406 impianti installati in superbonus 110
  • 150 impianti installati in ecobonus (classico) 50% e 65%
  • 10370 pannelli fotovoltaici installati che è l’equivalente in mq. di 103 campi da calcio uno vicino all’altro
  • Gli impianti installati produrranno quest’anno e per ogni anno della loro vita 4.404.000 kWh di energia pulita cioè l’equivalente dell’energia necessaria a ricaricare 51.811 Tesla Model S che potrebbero così percorrere ad impatto zero ben 20.724.000 km (hai letto bene, 20 milioni e rotti di chilometri ogni anno…)
  • Grazie agli impianti installati non verranno messi in atmosfera ogni anno 4.275.728 Kg di CO2
  • Ed è come se ogni anno piantassimo 14.090 nuovi alberi

Adesso avete sicuramente un metro di paragone per capire quanto il 2021 sia stato intenso per tutto lo Staff.

E pertanto un plauso va a tutto il gruppo. 

  • alla rete di consulenti che hanno informato i clienti ed assieme a loro hanno provveduto a produrre l’analisi energetica e tecnica pre-documentale
  • agli uffici di Bioenergia che hanno raccolto la documentazione ed assieme ai professionisti hanno seguito tutto l’iter documentale per arrivare alla programmazione degli ordini, all’agenda delle installazioni, alle pratiche di allaccio e poi alla cessione del credito
  • ai nostri installatori. Il braccio potente e competente che traduce il progetto in realtà, assembla e configura tutta la tecnologia spettacolare presente nei nostri “sistemi per il risparmio energetico”
  • a tutti i nostri collaboratori e fornitori, che con la loro precisione ci ha permesso di seguire pedissequamente il fitto calendario di impianti da installare

Ed ovviamente un ringraziamento va ai nostri clienti che hanno riposto nel nostro lavoro la loro fiducia e l’hanno poi anche testimoniata sui nostri canali

Questo risultato eccezionale è frutto di un’alchimia faticosa e preziosa al tempo stesso. Quindi grazie a Tutti di cuore!

“Nessuno può fischiettare una sinfonia, ci vuole un’intera orchestra per riprodurla” (HE Luccock)

Lorenzo Valer

Creatore e responsabile del sito www.risparmiobollette.it
e Direttore Vendite
Bioenergia Srl