IL GSE ABOLISCE L’OBBLIGO DI PRESENTARE LA PRATICA DEL FUEL MIX

Il settore energetico italiano sta attraversando un’importante evoluzione, con cambiamenti normativi che influenzano direttamente le pratiche delle aziende del settore. Recentemente, il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha annunciato una significativa modifica, togliendo l’obbligo di presentare la pratica del Fuel Mix.

Cos’è la Pratica del Fuel Mix: Prima di addentrarci nei cambiamenti introdotti dal GSE, è importante comprendere cos’è la pratica del Fuel Mix. Si tratta di un documento che le aziende del settore energetico devono compilare, fornendo informazioni dettagliate sulla composizione del mix energetico utilizzato per la produzione di energia. Questo include la percentuale di energia proveniente da fonti rinnovabili, fossili e altre fonti. (in questi articoli potete leggere cos’è e come funzionava il fuel mix)

La Decisione del GSE: Il Gestore dei Servizi Energetici ha recentemente annunciato la rimozione dell’obbligo di presentare la pratica del Fuel Mix per le aziende del settore energetico. Questa decisione è stata presa in seguito a una valutazione delle procedure e dei requisiti normativi. L’obiettivo è semplificare le pratiche amministrative per le aziende e favorire un ambiente più flessibile.

Conclusioni: In conclusione, la decisione del GSE di abolire l’obbligo di presentare la pratica del Fuel Mix rappresenta un passo significativo nel contesto del cambiamento normativo nel settore energetico italiano.