App Tesla Powerwall2

app powerwall2 tesla
La schermata iniziale della app di monitoraggio del powerwall2

Nel giorno in cui Tesla Motors consegnerà le prime 30 model 3, io vi mostro il funzionamento dell’app di gestione del sistema d’accumulo powerwall2.

A differenza del powerwall1 che si poteva monitorare solo sull’applicazione solaredge, il powerwall2 ha una propria applicazione che permette di verificare contemporaneamente tutte le attività in entrata ed in uscita dell’impianto domestico.

L’applicazione scaricabile sia per sistemi operativi iOS che per sistemi android.  Si presenta con un’interfaccia molto accattivante ed è di facile ed intuitivo utilizzo anche per chi non è uno “smanettone”. Ma vediamo  nello specifico cosa permette di controllare.

1)la potenza totale istantanea  prodotta dall’impianto fotovoltaico . In pratica puoi avere un controllo da remoto non solo dello status della batteria ,ma anche di quanto l’impianto sta producendo. Sia che tu installi questo accumulo assieme ad un nuovo impianto fotovoltaico sia che tu voglia installarlo in modalità “retrofit” su un impianto (dal secondo conto energia in poi), già esistente.  L’applicazione pertanto permette il monitoraggio della produzione (ma non il controllo singolo di ogni pannello che è ad appannaggio esclusivo di sistemi con ottimizzazione tipo solaredge), anche di impianti già esistenti e non dotati di monitoraggio.

2)il consumo dell’abitazione. Non mi stancherò mai di dirlo. Se vuoi utilizzare bene l’impianto devi poter avere sotto controllo costantemente il consumo di casa tua. Solo così puoi capire come e quando sia meglio consumare. Il tutto viene fatto attraverso una centralina (modbus meter).

3)quanta energia viene stoccata nel powerwall2 (o ovviamente quanta ne viene prelevata). Ricordo che il powerwall2 può ricaricarsi molto velocemente fino a 5 kwh in continua. Medesima potenza può essere erogata per tutte le esigenze ed i consumi dell’abitazione.

4)quanta energia viene immessa in rete (o quanta ne viene prelevata). In questo modo puoi vedere in modo molto efficiente se stai prelevando o meno dalla rete e puoi valutare il tuo livello di indipendenza energetica.

5)Tutti i grafici con gli storici giornalieri, settimanali, totali (etc…) relativi alla produzione totale, alle percentuali di autoconsumo ed anche all’autonomia energetica raggiunta. E’ possibile vedere i grafici singoli o sovrapposti e pertanto vedere le varie curve di produzione, consumo, autoconsumo, immissione in rete o acquisto in ogni momento della giornata.

Per poter vedere da remoto tutti questi dati serve ovviamente un sistema che trasmetta questi dati all’esterno. Anche se il 99% delle case è  ormai dotata di una connessione ad internet, Tesla ha voluto essere sicura di permettere a tutti di avere assistenza da remoto ed un monitoraggio efficiente. Pertanto, anche se non hai una connessione ad internet o se la connessione ad internet ti salta, o se il wifi fa le bizze, il monitoraggio avviene via rete gsm con una sim dati inclusa e gratuita per sempre che trasmette tutti i dati per il controllo della batteria da remoto.

app powerwall2
Il grafico relativo all’indipendenza energetica raggiunta. In questo caso 68% direttamente dal sole e 31% fornito dal powerwall2

Ed ora veniamo alla prima veloce e parziale (una settimana) osservazione del primo test sul powerwall2 di Roberto (che ringrazio per la perenne disponibilità) E’ interessante evidenziare le altissime percentuali di autoconsumo (98%) ottenute con una sola stringa di pannelli da 2,5 kWp. (vedere foto screenshot della app)

Il futuro della mobilità sostenibile nonché quello dell’autosufficienza domestica attraverso l’auto produzione e l’utilizzo di energie rinnovabili non inquinanti e gratuite è iniziato.

Mentre la model 3 è pronta al lancio ma sarà disponibile in Italia solo dal 2018, il Powerwall2 è già una realtà. 

Se sei interessato ad una consulenza o ad un preventivo per un impianto fotovoltaico con accumulo mi puoi contattare qui.

Siamo in grado di installare il powerwall2 in tutta Italia.

Benvenuti nel futuro!

4 comments
  1. Ho installato un impianto FV integrato con TeslaPowerwall2. sto monitorando produzione e consumi con l’app sopra descritta. funziona molo bene, ma solo su sistemi IOS.
    Non trovo una versione della stessa App che giri su windows (10).
    Sapete dove posso trovarla?
    Grazie

    1. Ciao Angelo,
      per il momento non ho mai avuto questa esigenza. Ho provato a cercare velocemente su internet senza successo. Vediamo se la rete magari ti aiuta in questa ricerca.
      Complimenti per l’acquisto. Che percentuali di autoconsumo stai ottenendo? E a quanti kwp di impianto lo hai collegato?

  2. Consulto molto spesso i parametri di produzione e consumo.
    é di semplice consultazione, ma ho qualche difficoltà di lettura dei grafici.
    Non ho trovato un manuale di istruzione dove imparare a leggerli.
    Desidererei una risposta per poter sfruttare al meglio l’app.
    Grazie per una risposta
    Stefano Vai

    1. Ciao Stefano,
      i grafici sono di semplice lettura. Il consiglio è quello di isolare le icone in alto per non avere troppi dati sovrapposti.
      In azzurro: Il consumo (Utilizzo domestico). Sotto al grafico trovi anche le percentuali. Sole – Accumulo – Rete
      In giallo: La produzione del tuo impianto fotovoltaico (energia solare). Anche in questo caso sotto trovi dove è finita la tua produzione solare (destinazioni energetiche)
      In verde: l’energia data e ricevuta dal e al powerwall2. Il grafico indica in positivo l’energia data dal pw2 ed in negativo (sotto la linea) quella ricevuta (cioè quando e quanto si è ricaricato).
      In grigio: quanta energia si è scambiato con la rete (cioè quanta acquistata e quanta ceduta).
      Giocaci un po’ e vedrai che ti sarà tutto subito chiaro.
      Ciao
      Lorenzo Valer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *